Il Decreto Legislativo n° 31 del 2 febbraio 2001 stabilisce una serie di controlli a cui l'acqua, distribuita alle abitazioni dei cittadini attraverso l’acquedotto, deve essere sottoposta per garantirne la qualità e la salubrità.

Questi controlli sono di due tipologie: i controlli esterni e i controlli interni. I controlli esterni sono svolti dall'Azienda Sanitaria Locale territorialmente competente mentre quelli interni sono svolti da Livenza Tagliamento Acque, gestore del servizio idrico integrato, mediante Laboratorio di analisi esterno accreditato ACCREDIA.

Le analisi sulle acque potabili che Livenza Tagliamento Acque svolge inoltre si distinguono in: analisi di routine che hanno lo scopo di determinare la qualità e la quantità dei costituenti principali e analisi di verifica con le quali si esegue un controllo approfondito sulla presenza di possibili contaminanti chimici o biologici.

Livenza Tagliamento Acque con l’obiettivo di fornire acqua sempre salubre e pulita effettua un numero superiore di controlli rispetto a quanto stabilito dalla normativa nazionale vigente. Annualmente vengono effettuati oltre 1000 prelievi di campioni d'acqua e sottoposti ad analisi un totale di circa 26.400 parametri.

Si precisa che se l'immobile non è servito dall’acquedotto gestito da Livenza Tagliamento Acque ma l'approvvigionamento idrico avviene attraverso un pozzo artesiano privato i controlli sulla qualità dell'acqua non sono di competenza del Gestore ma spettano al proprietario dell’immobile.

Per conoscere le caratteristiche dell’acqua che esce dal tuo rubinetto, seleziona il tuo comune:






Mappa dei punti di prelievo