Continua il percorso didattico di LTA nelle scuole del territorio


Livenza Tagliamento Acque, gestore del servizio idrico integrato in 42 Comuni delle Province di Pordenone, Venezia e Treviso è presente anche nelle scuole primarie del comune di Casarsa della Delizia con il progetto didattico “La Tua Acqua” che accompagna i ragazzi alla scoperta della risorsa idrica e della sua importanza per la vita di tutti i giorni.

Le classi interessate alle attività sono 12, 8 nel capoluogo e 4 in località San Giovanni, per un totale di 235 alunni; la proposta educativa, completamente gratuita per le scuole, prevede un laboratorio didattico-esperienziale sviluppato sulle tematiche dell’acqua, del suo ciclo dalla fonte a casa, del percorso che compie per venire depurata, del corretto uso e del risparmio.

A tali attività, nella giornata di mercoledì 23 gennaio, hanno presenziato anche il Presidente di LTA, Andrea Vignaduzzo ed il Sindaco di Casarsa della Delizia, Lavinia Clarotto.

“Un’iniziativa importante, che ha ricevuto apprezzamento da più parti - afferma Vignaduzzo - la nostra è un’azienda molto legata al territorio e che fa delle tematiche ambientali uno dei punti cardini per le scelte strategiche future. Partendo proprio dai ragazzi delle scuole abbiamo voluto fare sapere cosa c’è dietro al semplice gesto di aprire un rubinetto, vogliamo rinnovare la fiducia verso la nostra azienda e promuovere la scelta etica ed ecologica di utilizzare l'acqua di rubinetto, sicura e di qualità, invece che in bottiglia; proprio per fare passare questo messaggio abbiamo scelto di regalare ad ogni studente una borraccia con il logo del progetto”.

“Sono molto soddisfatta dell’iniziativa - afferma il Sindaco Clarotto – formare i nostri ragazzi al rispetto della risorsa idrica e fare conoscere le tematiche ad essa legate è fondamentale, come amministrazione ci auguriamo che questo tipo di attività venga riproposta e si consolidi nei prossimi anni, la sinergia tra Livenza Tagliamento Acque e amministrazione comunale porta benefici a tutta la nostra comunità e questo ne è un esempio concreto”.

 

 

Condividi questa notizia