L’Utente ha la facoltà di presentare ad LTA, entro il termine di scadenza della bolletta, una richiesta scritta di rettifica di fatturazione, laddove ritenga siano stati addebitati in bolletta dei corrispettivi errati.
L’Utente può presentare la richiesta scritta mediante l’apposito modulo "MOD_LTA_109 - Rettifica fatturazione", di seguito scaricabile:

Modulistica PDF WORD
MOD_LTA_109 - Rettifica fatturazione


L’Utente, che ha presentato richiesta di rettifica, qualora non abbia già pagato la bolletta oggetto di contestazione, concorda con l’ufficio Utenti l’importo del corrispettivo da pagare in attesa che la richiesta sia oggetto di verifica da parte di LTA e o di eventuale definizione dell’iter della controversia. Al contrario, qualora l’Utente abbia già pagato la bolletta oggetto di constatazione e venga accertato l’errore di fatturazione, LTA restituirà l’importo pagato e non dovuto, maggiorato degli interessi legali, nella prima bolletta utile successiva, salvo diversa richiesta da parte dell’Utente.
Laddove la richiesta scritta non fosse presentata ad LTA entro il termine di scadenza della bolletta, la stessa sarà considerata insoluta.
Sarà cura di LTA comunicare per iscritto all’Utente l’esito della richiesta di rettifica entro i termini previsti dalla carta del Servizio Idrico Integrato.
Nel caso fosse riscontrata la fondatezza della richiesta, LTA provvederà alla restituzione del credito vantato dall'Utente, inclusi gli interessi legali maturati fino alla data di riaddebito, tramite detrazione dall’importo addebitato nella prima bolletta utile ovvero mediante rimessa diretta nel caso in cui l’importo dovuto sia superiore all’importo della bolletta.
In caso di mancato accoglimento della richiesta di rettifica, invece, l'Utente sarà tenuto a pagare l’importo contestato entro il termine all’uopo indicato da LTA.