Per effettuare la riattivazione di una fornitura che è stata precedentemente chiusa (con sigillatura o rimozione del misuratore) l’Utente è tenuto a compilare e presentare presso lo sportello utenti di LTA (vedi orari sportelli) il modulo "Mod. 07 06 Richiesta riattivazione fornitura", di seguito scaricabile:

Modulistica PDF WORD
MOD_LTA_107 - Richiesta riattivazione fornitura

L’Utente entrante, inoltre, in sede di presentazione del modulo di richiesta riattivazione allo sportello utenti dovrà sottoscrivere il contratto di fornitura.

Per sottoscrivere il contratto è necessario:

  • esibire il documento di identità (sia di chi si intesta il contratto sia dell'eventuale delegato alla firma);
  • presentare il codice fiscale oppure il certificato di attribuzione partita IVA dell’intestatario del contratto;
  • consegnare una marca da bollo da € 16,00 che verrà apposta al contratto;
  • versare i diritti contrattuali ed il deposito cauzionale*, a garanzia del pagamento dei corrispettivi dovuti per i servizi erogati, come indicato nel "Tariffario unico per le prestazioni e i servizi resi all'utenza".

* Come stabilito all’art.16 del Regolamento del servizio idrico integrato di LTA, la domiciliazione bancaria delle bollette con consumi annui inferiori a 500 metri cubi è equiparata al deposito cauzionale richiesto all’atto della stipula del contratto. Pertanto, all’avvenuta attivazione della domiciliazione bancaria delle bollette, effettuata a cura dell’Utente, (vai alla sezione domiciliazione delle bollette) LTA provvederà a restituire, nella prima bolletta utile successiva, il deposito cauzionale versato all’atto della stipula del contratto. Il deposito cauzionale restituito sarà maggiorato degli interessi legali maturati.