Gestori idrici veneti, in un video le regole anti-contagio


I gestori idrici del Veneto rafforzano la loro sinergia anche nella comunicazione per la prevenzione del Covid-19. È stato diffuso un video informativo realizzato dal consorzio Viveracqua, rivolto a tutti i dipendenti, ai collaboratori, ai clienti e ai fornitori: una modalità agile e gradevole per ricordare a tutti le regole e procedure anti-contagio e l’importanza del loro rigoroso rispetto.

“Sin dall’inizio dell’emergenza Covid la sinergia tra i gestori idrici veneti è stata strettissima per gestire al meglio e in modo coordinato l’emergenza” evidenzia Monica Manto, presidente di Viveracqua. “Giorno dopo giorno le aziende idriche pubbliche del Veneto si sono confrontate e hanno lavorato insieme, con l’obiettivo di garantire il rispetto delle regole anti-contagio e i più alti standard di tutela per i nostri dipendenti e collaboratori, ma anche per i clienti e i fornitori. Sappiamo che non bisogna ora abbassare la guardia” conclude Manto “e per questo motivo anche un video da condividere può essere uno strumento utile per rafforzare i corretti comportamenti di prevenzione”.

Le misure messe in atto nelle aziende idriche sono molteplici e articolate: dall’uso dei dispositivi di protezione individuale, al distanziamento, all’igiene, a precisi protocolli di comportamento per i sospetti casi positivi. I gestori di Viveracqua hanno fatto ampio ricorso allo smart working e riorganizzato l’operatività in modo da limitare al massimo i contatti tra i dipendenti, rimodulando i turni e facendo uscire squadre di operai composte sempre dalle stesse persone, senza incontri con gli altri colleghi. Per gestire le richieste dei clienti, sono stati potenziati i canali web, email e telefonici.

Le stesse tutele anti-contagio vengono applicate anche ai cantieri. I gestori idrici veneti hanno riattivato, a partire dalla seconda metà di aprile, cantieri per un valore complessivo di oltre 194 milioni di euro, in totale 196 opere per investimenti sulle reti e sugli impianti, a cui si aggiungono oltre 100 milioni di euro per nuove gare e appalti in acquisti, lavori e forniture varie. Il tutto operando esclusivamente con fornitori che sono in grado di garantire sicurezza e piani anti-contagio allineati alle prescrizioni in vigore (DPCM del 22 marzo 2020 e il Protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid–19 nei cantieri edili del Ministero Infrastrutture e Trasporti, del 19 marzo 2020).

Viveracqua è il consorzio nato nel 2011 per un progetto di stabile collaborazione tra gestori idrici pubblici del Veneto. Oggi ne fanno parte acquevenete, Acque del Chiampo, Acque Veronesi, Alto Trevigiano Servizi, Azienda Gardesana Servizi, Bim Gestione Servizi Pubblici, Etra, Livenza Tagliamento Acque, Medio Chiampo, Piave Servizi, Veritas e Viacqua per un territorio gestito di 587 Comuni.

Condividi questa notizia