Presentato il Bilancio di sostenibilità 2019


Venerdì 9 ottobre è stato presentato ad Azzano Decimo, nel contesto dello spazio di Ca’ Muliner, il Bilancio di sostenibilità 2019 di Livenza Tagliamento Acque. Incontro che si è svolto in presenza, nel rispetto delle linee guida anti Covid-19, che ha registrato la partecipazione di numerosi sindaci e rappresentanti di società e aziende con cui l'azienda collabora. E’ stata l’occasione per presentare il documento che è un utile strumento, strategico e di programmazione, per la società per azioni a totale controllo pubblico, tra i principali operatori del Nord Est nel settore che gestisce il ciclo integrato delle acque.

Un momento atteso ogni anno: il Bilancio di Sostenibilità, infatti, è un essenziale atto di comunicazione e di trasparenza nei riguardi dei propri stakeholder, dei propri dipendenti e degli interlocutori esterni che fotografa l’azienda, le attività svolte e future e le procedure interne.

“E’ il documento che conferma che stiamo percorrendo la giusta direzione” ha spiegato durante l’evento di presentazione Andrea Vignaduzzo, Presidente di LTA, che ha poi evidenziato: “L’impegno che oggi ci contraddistingue per la fornitura di un servizio di eccellenza è lo stesso che ci ha guidato in passato e che continua ad ispirarci nella creazione di un modello di sviluppo sostenibile, in grado di contemperare i bisogni, gli stimoli e i vincoli che quotidianamente il mondo esterno ci sottopone”. Un percorso che avviene in condivisione con i Comuni soci del Veneto e del Friuli occidentale.

Ad intervenire alla presentazione il “padrone di casa”, il sindaco di Azzano Decimo, Marco Putto, che ha elogiato il Bilancio di Sostenibilità 2019 e ciò che esso rappresenta, mentre a entrare nel dettaglio del documento è stato il Direttore generale, Giancarlo De Carlo, coadiuvato nell’illustrazione dal personale dipendente dell’Azienda. Si è così confermato che il trend di gestione della società è stato molto positivo, sia sotto il profilo dei risultati economico-finanziari, che sul fronte delle nuove iniziative prese nel campo della responsabilità ambientale e sociale. Nel dettaglio, per quanto concerne l’andamento nel 2019, è stato un anno di conferme: si è registrato un valore della produzione di 37,8 milioni, in crescita di oltre il 5% rispetto al 2018, un margine operativo lordo di 6,2 milioni di euro ed un utile netto di 1,7 milioni di euro che è stato destinato ad incremento del patrimonio netto per permetterne il reinvestimento nel territorio e il potenziamento delle infrastrutture del servizio idrico integrato.

“Se la mission aziendale è quella di fornire l’acqua, estendere le reti di fognature ovunque e depurare i reflui e quindi dare un servizio con il massimo dell’efficienza - ha rilevato il Presidente Vignaduzzo -, è necessario che per la gestione del ciclo integrato dell’acqua si guardi allo sviluppo e agli investimenti, puntando molto sulla qualità”. Un concetto che si sostanzia nei numeri: nel 2019, LTA ha realizzato 18,7 milioni di euro di investimenti. Questo dato conferma il trend positivo della società degli ultimi tre anni, che si sostanzia in circa 43 milioni di euro di investimenti totali, che hanno permesso di intervenire per una migliore qualità del servizio offerto.

Servizio che vede protagonista personale formato e preparato, uno dei pilastri di LTA: sono 181 i dipendenti e 126 i mezzi impiegati per portare avanti manutenzione e crescita del servizio idrico integrato e gestire 3.152 chilometri di rete acquedottistica, 1.553 chilometri di rete fognaria e 138 impianti di depurazione. Per quanto concerne l’ambito di azione, esso coinvolge un sistema di fornitura d’acqua che serve 293 mila abitanti oltre a 6 milioni di turisti, su un territorio di circa 1.700 chilometri quadrati che va letteralmente dai monti al mare e serve 42 comuni.

 

Condividi questa notizia